IT / EN
settembre 14, 2016

ALBINI GROUP, COLLEZIONI A/I 2017-18

Albini Group, leader nella produzione di tessuti per camiceria di alta gamma, presenta a Milano Unica le nuove collezioni pensate per i suoi diversi brand: Albini 1876, Albini,donna, Thomas Mason, David & John Anderson e Albiate 1830. Tessuti in nuovi colori, filati, basi, stampe e fantasie che ispireranno camiciai specializzati, sarti e griffe per l’Autunno-Inverno 2017-18.

Albini 1876, filati innovativi per creare tessuti sofisticati e contemporanei

La collezione Autunno-Inverno 2017-18 di Albini 1876 parte innanzitutto dalla profonda ricerca degli stilisti del brand nei filati, per arrivare a tessuti ideali per creare camicie da indossare in ogni occasione. Il colore passa attraverso la materia prima. La collezione Albini 1876 è realizzata infatti con filati di ricerca e innovativi come la ciniglia e la lana, il lino mélange o i filati multicolor.

Formal, Contemporary, Leisure. Sono questi i tre macro temi di una collezione moderna e contemporanea, che esalta al massimo i tessuti e la qualità del Made in Italy. La palette cromatica è molto trasversale ma il vero protagonista è il mélange, che crea effetti polverosi e soft, declinato nei colori etnici delle spezie in versione delavé e nei toni militari. Immancabili inoltre i grigi, l’azzurro, il bianco/blu e il bianco/nero.

I tessuti Formal sono dedicati ai camiciai specializzati e a tutto il mondo del su misura, per realizzare camicie classiche reinterpretate per un gusto sartoriale raffinato e moderno, mai banale. E’ il mondo dei tessuti per eccellenza per confezionare la camicia classica, in cui è evidente la grande importanza delle strutture e la grande attenzione alla ricerca e alla tecnicità. Per la prima volta anche tessuti mélange e mouliné entrano a far parte della collezione più formale del Gruppo. Le disegnature, pur mantenendo canoni classici, acquistano movimento sia alla vista che al tatto, grazie alle strutture e ai filati. Anche il Piumino, tra le icone di Albini 1876, è reinterpretato in versione mélange, per creare innovativi giochi di luce. I tessuti stampati continuano ad avere grande rilievo

nella collezione, così come le righe più classiche – oggi mosse grazie all’utilizzo di filati speciali o di piccole strutture – e i quadri di piccole dimensioni.

I tessuti Contemporary sono ideali per creare camicie moderne, realizzate con materie prime nobili e con estrema cura dei dettagli, e sono impreziositi da filati speciali, frutto di grande ricerca tecnica e stilistica. Il mélange è protagonista indiscusso, accanto alle flanelle dai pesi leggeri. Anche i tessuti tinta unita sono per la maggior parte arricchiti da movimenti e da armature con strutture all-over. I colori chiari acquistano grande importanza anche nelle collezioni invernali, declinati su filati particolari che danno fluidità, ad esempio grazie all’utilizzo del Modal abbinato al cotone oppure del Tencel, un filato naturale che proviene dall’eucalipto, dalla mano calda e dall’aspetto cascante, ideale per camicie unisex dal gusto metropolitano. Il Piumino è per la prima volta rinnovato con filati come lana e seta, per la confezione di una camicia calda e leggera al tempo stesso. Non mancano le micro stampe floreali o geometriche su fondi scuri come blu e nero o su basi mélange.

I tessuti Leisure sono caratterizzati da un altissimo livello di ricerca e principalmente realizzati con filati speciali per dar vita a lini garzati, flanelle, velluti e tele lana, anche con peso giacca. I tessuti tradizionali delle collezioni Albini sono reinterpretati in chiave più moderna, grazie all’utilizzo di filati délavé. Le righe sono rinnovate grazie ad effetti di ciniglia e bouclé che donano ai tessuti rilievo e movimento. Anche le flanelle più sportive sono realizzate con mischie di filati per tessuti mossi in cui si nota anche un utilizzo – seppur dosato – della ciniglia. Il velluto tinto filo è per la prima volta anche disegnato e si veste di chambray, falsi uniti, check e righe regimental. Il Flanellino, ovvero il lino invernale, è declinato in toni mélange abbinati a colori più accesi come il giallo e il turchese. Molto in tendenza i tessuti mélange con ricamo all-over di ispirazione floreale. Le stampe invece, si ispirano al gusto pigiameria, con disegni cashmere, natalizi o dai contorni sfumati.

 

Albini,donna: tessuti per camicie femminili dalla forte personalità

La collezione Albini,donna per l’Autunno/Inverno 2017-18 rispetta il DNA di Albini Group, fatto di un’attenta selezione delle materie prime più preziose e una tradizione manifatturiera d’eccellenza unite alla creatività italiana. La collezione dei tessuti per camiceria da donna è molto completa e si approccia al mondo della camicia femminile sia attraverso basi classiche reinterpretate e arricchite da giochi di strutture che attraverso tessuti innovativi e ricercati. Una collezione sviluppata utilizzando diverse materie prime che vanno dal cotone alla seta, dal Tencel alla lana, fino al Cupro, una fibra cellulosica caratterizzata da lucentezza ed elasticità, che nasce dai filamenti che si trovano attorno al seme del cotone. La palette dei colori comprende i bianchi, i toni naturali, i colori tenui nelle nuance del cipria e del beige, gli azzurri e blu, il nero e i colori intensi come il verde, il blu e il bordeaux.

Una collezione ricca di contenuti, declinata su diversi temi:

– Whites – è il patrimonio storico della camiceria, la camicia bianca che non può mancare in nessun guardaroba femminile. La proposta varia da tessuti in prezioso cotone Giza 87 al voile, dal popeline allo stretch, fino al satin;

– Colour palettes – tessuti declinati in colori tenui e femminili come il cipria e il beige per camicie in cotone o in seta chic e raffinate;

– Stripes & Textures – tessuti mossi da armature e dobby anche con disegnature di righe tenui declinate sui toni neutri e mélange;

– Alternative stripes – una reinterpretazione delle righe, che si fanno più definite grazie ai colori intensi e alle basi scure;

– Active – tessuti per camicie maschili in versione stretch, rese più femminili grazie all’inserimento di tocchi di colore;

– Check – molto sofisticati i quadri di ispirazione tartan nei grigi, neri e blu;

– Fil coupé e Jacquard – tessuti impreziositi da disegni cashmere jacquard ‘piazzati’ che creano disegnature eleganti, effetti pizzo, disegni di cerchi concentrici, tessuti doppia faccia, fiori e ramage su fondi Principe di Galles;

– Special yarns – è la parte della collezione più sperimentale, che comprende filati bottonati e bouclé anche in lana per creare effetti di falsi uniti e sottili righe;

– Luxury & Sparkly – per la sera, i tessuti in flanella mélange più eleganti sono realizzati con filati che contengono piccole pagliuzze argentate, tocchi di luce in trama con fili oro e argento;

– Imprint – il mondo dei tessuti stampati è sempre più speciale grazie alle stampe flock, alle stampe femminili di pois e ramage bronzo e argento e a quelle a corrosione.

 

Thomas Mason: un inverno colorato, con tessuti in prezioso cotone egiziano 

La collezione Thomas Mason per l’Autunno/Inverno 2017-18 è sinonimo di unicità, ovvero massima eccellenza dei filati in cotone egiziano per tessuti estremamente preziosi ed eleganti, declinati in colori sofisticati.

Prosegue la ricerca di Thomas Mason nel mondo delle stampe, che acquistano sempre più importanza nella collezione: le stampe floreali sono declinate su tessuti in cotone doppio ritorto o in cotone e cashmere, per una camicia innovativa e allo stesso tempo preziosa e piacevole da indossare.

Una collezione in cui, anche nella stagione più fresca, non manca il colore, in un connubio tra toni ricercati e tinte mélange che esalta il concetto di colore abbinato alla preziosità dei tessuti.

Il tema cerimonia si arricchisce con tessuti plissé grigio mélange, per una camicia adatta sia alle occasioni eleganti che per essere indossata in maniera più casual e informale.

L’uomo contemporaneo è alla ricerca della classicità nella camicia, soprattutto creata con i tessuti più preziosi realizzati con i titoli di filato più nobili come 140/2, 120/3 e 120/2 in popeline e twill con disegnature semplici e rigorose.

Molto importanti le righe, che siano estremamente classiche oppure regimental con abbinamenti inusuali, comunque sempre di gran classe. Protagonisti della collezione anche i quadri, molto sofisticati e declinati su tessuti fini e preziosi.

La collezione Thomas Mason comprende anche una parte di tessuti per camicie più casual e sportive, ma di alta gamma: tessuti doppi ritorti e basi preziose in puro cotone egiziano o in cotone e cashmere, per capi speciali che acquistano mani setose grazie a speciali finissaggi e che durano nel tempo. Tra le disegnature in tendenza anche il tartan, rivisitato in chiave più moderna con tessuti délavé.

Thomas Mason arricchisce la sua proposta di pronti presentando la rinnovata e ampliata collezione Journey che presenta una proposta di tessuti made in Italy innovativi ed estremamente resistenti alle sgualciture.

Questi tessuti sono ideali per chi desidera una camicia dall’aspetto fresco e perfetto, anche dopo averla indossata da mattina a sera o averla riposta a lungo in valigia.

Grazie ad un finissaggio speciale che parallelizza e lucida le fibre, il tessuto Journey mantiene la forma e il colore originale e un aspetto ordinato, senza bisogno di cure specifiche.

Questi tessuti sono stati testati superando il grado 3 delle tavole AATCC (American Association Textile Chemical Colorist) di “smoothness appearance”, prima della stiratura e mantenendo questa performance anche nel tempo.

Grazie a Journey, la camicia perfetta tutto il giorno, godetevi il viaggio: l’avventura ha inizio!

 

David & John Anderson: perfezione massima nei tessuti per camiceria

Il massimo della perfezione nel tessuto per camicie. Il più famoso marchio di camiceria britannico, acquisito da Albini Group nel 1992, è interprete dell’haut de gamme di Albini Group: tessuti realizzati con filati finissimi, ricavati dai cotoni più pregiati al mondo.

L’eccezionale know-how di David & John Anderson riesce a trasformare il filato di cotone più sottile in un tessuto morbido e setoso al tatto, studiando il giusto ritmo tra filo e telaio, modulandone la velocità per poter tessere i finissimi filati in Giza 45.

Golden Jubilee 330/4Millennium Star 330/3, Great Mogul 300/3, Cullinan 300/2 Sancy 240/3. I cinque diamanti più splendenti al mondo danno il nome a“The Diamonds” by David & John Anderson, la collezione di tessuti in cotone più preziosi mai realizzata.

 

Albiate 1830: ricerca su filati e tessuti per camicie casual e ricercate

Albiate 1830, marchio riconosciuto a livello internazionale per la sua autorevolezza nei tessuti per la camiceria sportiva e in denim, presenta per l’Autunno/Inverno 2017-18 una collezione declinata su tre macro-temi – Sport, Jacquard e Denim  tutti attraversati da cinque ispirazioni:

1. NOT ONLY COTTON, non solo cotone tradizionale quindi, ma tessuti indaco/délavé, mouliné o mischie di lana.

2. NOT ORDINARY YARNS, la grande ricerca nei filati per creare tessuti alternativi.

3. NOT ONLY SHIRTS, tessuti ideali per capi spalla, pantaloni, gilet e non solo che strizzano l’occhio ad un ricercato total look.

4. NOT ONLY BLUE, ma blu accostato ai toni militari e alle declinazioni del bordeaux.

5. NOT ONLY MAN, tessuti creati pensando al mondo donna.

1. Cinque diversi temi percorrono la linea Sportblack & white dall’aspetto tridimensionale con strutture, sfumature e check; Preppy Fusion, ovvero le flanelle in colori sfumati; Buffalo Story, caratterizzato da macro check nei toni del rosso e nero e da tessuti con micro strutture; Blue & Brown Nature, tessuti dalle nuance del legno, soprattutto con filati bottonati abbinati ai toni del blu e dell’avio e infine le più grintose disegnature Jacquard. La basi più utilizzate sono sia le flanelle leggere con garzature in tela, che quelle in Twill realizzate con filati bottonati, oltre ai tessuti realizzati con filati grezzi. Di ispirazione americana i tessuti Oxford dalla mano più pesante mentre la lana mélange è pensata per creare capispalla casual e cool. Le stampe su basi in velluto si ispirano al mondo della tappezzeria floreale, nei toni del kaki, del blu, del grigio e del marrone. Anche i filati sono stampati e sono utilizzati per creare basi con dobby e lavorazioni fil coupé.

2. Lo Jacquard è caratterizzato dall’utilizzo di filati mélange e dalla lavorazione fil coupé. I disegni jacquard vanno dai più classici ai macro camouflage, fino alle fantasie floreali. La seta e i filati bottonati arricchiscono la collezione, così come il tessuto Dual Light Jacquard, che è possibile utilizzare sia al dritto che al rovescio.

3. Il Denim rappresenta una parte consistente della collezione Albiate per l’Autunno/Inverno 2017-18 e copre tutto il panorama di tessuti per camiceria e non solo nel mondo indaco. La grande ricerca degli stilisti del Brand ha portato alla creazione di uniti innovativi costruiti con filati speciali, grazie all’utilizzo di lane o filati in Tencel/lana per nuove basi più calde; i filati grezzi e bottonati permettono di dar vita a tessuti sempre più alla moda e rustici. Importante la parte di jacquard e stampa indaco, sviluppate su più basi con novità di effetti fil coupé nel primo caso e fantasie in corrosione nel secondo caso. La parte sportiva indaco si arricchisce di filati sempre più fini per creare nuove mussole e nuove leggere flanelle tinto filo. In collezione anche alcune varianti di tessuti in denim giapponese cimossato. Non possono mancare i tessuti stampati su base flanella sia leggera che più strutturata, dalle fantasie più micro fino al tema bandana.